Il Padova Pride tra amarcord e nuove generazioni

Lunedì 25 giugno alle 18.30 inaugurazione in Sala Caduti di Nassirya della mostra fotografica “PP2002” dedicata al Pride di Padova del 2002 per costruire un ponte ideale tra le due manifestazioni a 16 anni di distanza. Mercoledì 27 giugno 2018 alle 21.00 appuntamento in Arena Romana con “Sister(s)” spettacolo di e con Andrea Dellai dedicato ai Millennials. Sabato 30 giugno concerto di fine sfilata a Piazzale Boschetti con L’Aura, The Lizards’ Invasion, Alessandra Machella, Coro Canone Inverso e Primo Suono – Band e party ufficiale al Pride Village in Fiera a Padova.

Manca meno di una settimana alla sfilata dell’Orgoglio LGBT di sabato 30 giugno a Padova e anche gli eventi collaterali organizzati dal Comitato Padova Pride 2018 in collaborazione con le realtà culturali del territorio si fanno intensi.

PadovaPride Fotomontaggio 2002

Lunedì 25 giugno alle 18.30 inaugurerà in Sala Caduti di Nassirya, “PP2002”, mostra fotografica dedicata al Pride di Padova del 2002 per costruire un ponte ideale tra le due manifestazioni a 16 anni di distanza. L’esposizione, ad ingresso libero e gratuito, è aperta dalle 09.00 alle18.00 e proseguirà fino a domenica primo luglio.

Martedì 26, dalle 19.30 alle 23.00, torna nella Palestra e Tensostruttura Ca’ Rasi (Via Ca’ Rasi, 1), il secondo appuntamento con il “Torneo Padova Pride Volley”, primo trofeo contro l’omofobia della Città di Padova organizzato da Momo Volley Padova, una delle prime nate tra le squadre di pallavolo gay italiane.

“Sister(s)” di Andrea Dellai
“Sister(s)” di Andrea Dellai

Da non perdere, mercoledì 27 giugno alle 21.00, l’appuntamento con il teatro nella suggestiva Arena Romana. La Compagnia exvUoto teatro poterà in scena, per la regia di Tommaso Franchin, lo spettacolo “Sister(s)” di Andrea Dellai con Andrea Dellai, Massimo Scola e Laura Serena. I sociologi americani definiscono i nati negli anni ’80 e ‘90 Generazione Y, Millennials, Echo Boomer, e dicono che sono cinici, frustrati ed infelici per l’impossibilità di emergere, schiacciati dalla generazione precedente. È possibile parlare di quella generazione con una fiaba? A Rovigo (Alabama) non c’è molto da fare: quattro vecchi, un cimitero, una stazione di benzina. Pochissime automobili. Molto caldo. A gestire la stazione di rifornimento sono in due, un fratello e una sorella. Hansel e Gretel sono diventati grandi. Abbandonate le streghe e il marzapane abitano un mondo di necessità primarie. Una civiltà bombardata di slogan, in stato confusionario e razzista. E finalmente, un giorno, i due fratelli si comprano un frigorifero nuovo di zecca. Niente più carne andata a male. Niente più mosche sulle bistecche. Ma come in tutte le storie che si rispettino succede qualcosa. Lui apre il frigorifero e vi trova chiusa dentro la Madonna che gli dà una notizia importante: lui dovrà farsi suora. A questa notizia, i legami che fino a ieri si davano per scontati, come quello tra un fratello e una sorella, vengono messi in crisi per poi prendere nuova forma. Come affrontare l’accaduto? Ci si può sottrarre ad una proposta del genere? Ed è veramente un errore? Può sbagliarsi, il sacro? Come può l’amore fraterno cresciuto ai bordi di un nulla concepire ed accettare il distacco assoluto? È una vicenda tanto più assurda quanto più crudelmente vera. Tanto più distaccata dalla realtà quanto più scolpita nell’anima di ciascuno. È una storia. Stop. Le cose accadono, punto e basta. Chi non si adatta è perduto. Una fiaba per raccontare, con le iperboli che solo le fiabe concedono, una generazione.

The Fame Monster Tributo Lady Gaga

Venerdì 29 giugno alle 21.00, il Padova Pride conquisterà con la musica un luogo inusuale: il piazzale antistante la Stazione dei treni di Padova concerto dei The Fame Monster, Lady Gaga Tribute Band, il primo tributo lady Gaga in Europa attivo dal 2009 con musicisti live, corpo di ballo e la migliore impersonator Lady Gaga. Appoggiati e riconosciuti dal fanclub ufficiale dell’artista, i The Fame Monster hanno suonato nei più grandi live club italiano tra cui Alcatraz, Stazione Birra, Fuori Orario e molti altri e in Europa (Germania e Olanda). Numerosi cambi abito fedelmente riprodotti e numerosi effetti speciali rendono unico il tributo. Il concerto sarà inoltre preceduto dal DJ set di Sergio Wow! che proporrà per la serata una scaletta di brani completamente al femminile. L’evento è organizzato con l’Associazione Mimosa all’interno di Greenline, progetto di rigenerazione e riqualificazione urbana e dello sviluppo locale dell’Area Stazione di Padova per uno spazio pubblico migliore e più vivibile.

L'Aura @Cosimo Buccolieri
L’Aura @Cosimo Buccolieri

Sabato 30 giugno la parata dell’orgoglio LGBTQI partirà da Prato della Valle e proseguirà per il centro cittadino passando per le riviere, per poi concludersi in Piazzale Boschetti, dove sarà allestito il palco per la festa conclusiva. Nove carri animeranno la sfilata con musica e molto altro e, dopo i discorsi ufficiali di autorità e associazioni, si esibiranno: L’Aura, The Lizards’ Invasion, Alessandra Machella, Coro Canone Inverso e Primo Suono – Band. La serata proseguirà alla Fiera a Padova dove si terrà il party ufficiale organizzato dal Pride Village. Fino alle 5.00 del mattino si ballerà con tutta l’animazione con il duo SDJM di Simon De Jano & Madwill, duo milanese protagonista della scena elettronica internazionale, che combinano il loro dj set ad un accompagnamento live di una tastiera. Nel 2017 hanno partecipato agli Mtv Music Awards Italian Tour ed hanno aperto i set di  Axwell /\ Ingrosso, Bob Sinclar, Dannic, David Guetta, Dimitri Vegas & Like Mike e molti altri.

Per informazioni
info@padovapride.it
www.padovapride.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.