fbpx

Avvocato Tessari Unesco grande occasione

Il Presidente Capo della Veneranda Arca di S. Antonio, Avvocato Emanuele Tessari: «Il riconoscimento UNESCO dei quattro cicli di affreschi del complesso antoniano, costituirà un volano per collegare sempre di più la Basilica del Santo ed il mondo dei pellegrini al tessuto della città di Padova, con un effetto moltiplicatore a beneficio di tutti»

Emanuele Tessari, Presidente Capo della Veneranda Arca di S. Antonio

«Non possiamo che esprimere grande soddisfazione per questo risultato che ha visto coinvolta la Veneranda Arca di S. Antonio fin precedente Collegio di Presidenza – dichiara l’Avvocato Emanuele Tessari, Presidente Capo della Veneranda Arca di S. Antonio, l’ente che dal 1396, sorveglia, tutela, provvede alle necessità della manutenzione, del restauro e della valorizzazione del complesso della basilica di Sant’Antonio di Padova – La candidatura di Padova per i cicli di affresco del Trecento per il complesso della basilica di S. Antonio, è stata un’importante occasione di riflessione, di attenzione, di restauro e monitoraggio che, ha coinvolto anche brani di pittura isolati, ma comunque significativi del patrimonio pittorico del XIV secolo. 

Con l’iscrizione al patrimonio mondiale la Veneranda Arca lavorerà per diffondere la conoscenza dei siti della basilica, e soprattutto quella dell’oratorio di San Giorgio, poco conosciuto anche a livello cittadino. Il riconoscimento UNESCO costituirà un volano per collegare sempre di più la Basilica del Santo ed il mondo dei pellegrini al tessuto della città di Padova, con un effetto moltiplicatore a beneficio di tutti».

Oratorio-di-San-Giorgio-Padova-Affreschi-Altichiero-da-Zevio-particolare-Crocifissione-foto-Giovanni-Pinton
L’oratorio di San Giorgio

I quattro cicli di affreschi del complesso antoniano

In occasione della candidatura UNESCO quattro cicli di affreschi del complesso antoniano (cappella di San Giacomo, cappella del beato Luca Belludi, oratorio di San Giorgio e sala del Capitolo) sono stati oggetto di monitoraggio e studio. In particolare, sono state fatte indagini non invasive nella sala del Capitolo per verificare la presenza, molto probabile, di porzioni di affreschi trecenteschi sottostanti alla più tarda decorazione di tipo architettonico lungo la parte est. Si è inoltre provveduto a modificare l’impianto di riscaldamento per contenere le escursioni termiche.

L’oratorio di San Giorgio è stato dotato di un nuovo sistema di illuminazione altamente tecnologico, analogo a quello della cappella degli Scrovegni, curando altresì lo svolgimento al suo interno di diverse iniziative culturali e musicali.

Un’opera continua di divulgazione ha interessato, oltre ai cicli affrescati, anche tutti gli affreschi settoriali del Trecento presenti nella basilica, con particolare riguardo alla presenza di Giotto nella cappella della Madonna Mora, in cui sono stati restaurati e riscoperti altri affreschi di Giusto de’ Menabuoi e Stefano da Ferrara.

La Veneranda Arca di S. Antonio

La Veneranda Arca di S. Antonio è un ente di antica istituzione (1396), fondato in età carrarese allo scopo di amministrare le offerte che pervenivano all’arca (tomba) di sant’Antonio e di sorvegliare che il loro impiego fosse esclusivamente a favore della basilica. Anche in precedenza e dopo pochi decenni dalla morte del Santo, il Comune aveva affidato a commissioni temporanee di cittadini la sorveglianza e l’amministrazione dei fondi che la città stessa erogava per la costruzione della grande chiesa antoniana.

Dalla fine Trecento in avanti, in modo ininterrotto, la Veneranda Arca sorveglia, tutela, provvede alle necessità della manutenzione, del restauro e della valorizzazione del complesso della basilica di Sant’Antonio di Padova e dei suoi annessi (convento, chiostri, oratorio di San Giorgio, Scoletta del Santo). L’ente è formato oggi di sette membri, cinque nominati dall’amministrazione comunale, uno dalla Santa Sede e dal padre rettore della basilica che ne fa parte di diritto.

Per informazioni
Veneranda Arca di S. Antonio
arcadisantantonio@gmail.com
www.arcadelsanto.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: