Frangivento e Comune di Belluno per la sicurezza stradale

Dopo il pericoloso incidente al quarto tornante dell’ultima edizione della Pedavena Croce d’Aune, la Frangivento Asfanè, esemplare unico al mondo della hypercar creata dal designer bellunese Giorgio Pirolo, è ora esposta a Belluno sotto una teca con le sue “ferite meccaniche” e il monito “Vai piano che sei un esemplare unico”.

“Vai piano che sei un esemplare unico” è lo slogan della nuova campagna di sensibilizzazione per la sicurezza stradale contro l’alta velocità ideata da Giorgio Pirolo con la collaborazione del Comune di Belluno, il sindaco Oscar de Pellegrin, l’Assessore Paolo Luciani e il consigliere Francesco Pingitore.

I dati Istat parlano chiaro oltre 3000 mila morti, 223 mila feriti sulle nostre strade italiane nel 2022 e oltre 1300 morti e oltre 106 mila feriti nei primi sei mesi 2023. I dati rimangono comunque allarmanti e dopo la Regione del Veneto con il Governatore Zaia, anche il Comune di Belluno pone l’attenzione su questo tema, proprio in occasione delle festività Natalizie durante le quali il traffico aumenta sensibilmente sulle nostre strade di montagna.

Frangivento lancia un messaggio inclusivo: Vai piano che sei un esemplare unico

Nasce quindi l’idea di lanciare un messaggio incisivo attraverso un prodotto automotive veneto con l’esposizione sotto porta Dante in Piazza dei Martiri della Frangivento Asfanè, esemplare unico al mondo (5.2 V10, trazione integrale, cambio 7 rapporti sequenziale, 900 cavalli, telaio in alluminio scocca in carbonio e alluminio) con le evidenti “ferite meccaniche” che la vettura ha riportato dopo il pericoloso incidente che ha coinvolto al quarto tornante dell’ultima edizione della Pedavena Croce d’Aune, il designer bellunese Giorgio Pirolo e la sua copilota Yeva Kostenko.

«Ci è piaciuta fin da subito l’idea di Giorgio Pirolo di lanciare un messaggio positivo ai giovani, ma non solo, attraverso l’esposizione della Frangivento con tutte le ferite riportate dal brutto incidente che conosciamo tutti – dichiara Oscar De Pellegrin, sindaco di Belluno – È un modo per trasformare un evento negativo, potenzialmente tragico, in qualcosa di buono e costruttivo. Per questo ringrazio Pirolo per essersi esposto in questo modo portando l’auto sotto porta Dante e offrendola allo sguardo dei passanti come monito forte e reale per tutti noi, come invito alla prudenza e, mi spingo a dire, un inno alla vita che va protetta e preservata»

Un modo per trasformare un evento potenzialmente tragico in qualcosa di costruttivo

«Vedere la Frangivento in queste condizioni è un messaggio visivo forte che ho pensato di mettere sotto i riflettori dell’opinione pubblica, con un messaggio di prevenzione rivolto ai giovani, ma anche ai guidatori di tutte le età. – dichiara Giorgio PiroloUna distrazione, un errore al volante, possono essere fatali per la nostra incolumità e di quella altrui. Seppur in un contesto sportivo così è stato anche alla corsa della Pedavena Croce d’Aune, sbagliando il tornante. Se però da questo errore possiamo trarne un messaggio positivo a qualcosa può servire»

Aziende bellunesi si sono adoperate in tempo record nei caldi giorni prenatalizi alla realizzazione della teca contenitiva di sicurezza della Frangivento realizzata dalla Metal Fer, dalla Vant e dalla Edilferro, Apa Group, Urban Hub, Casanova Solution.

Frangivento, un’eccellenza italiana

Frangivento è una iniziativa imprenditoriale legata all’automotive nata nel 2016 da Giorgio Pirolo e Paolo Mancini. Si propone fin da subito di realizzare delle supercar innovative adoperando le maestranze artigiane d’eccellenza  italiane e cercando di posizionarsi fra i più blasonati brand al mondo. Frangivento ad oggi ha una gamma di due modelli la Asfané e la Sorpasso. Fra i clienti più prestigiosi il sultano di Abu Dhabi Mohamed bin Zayed bin Sultan Al Nahyan e il tre volte campione del mondo Loris Capirossi. Frangivento è anche presente nel video games Asphalt 9 Legend e Asphalt 8 della californiana Gameloft.

Per informazioni
Giorgio Pirolo 
giorgiopirolo@frangiventoauto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top
%d