Nuvole di punti per Urbs Picta: il Gemello digitale dell’Oratorio di San Giorgio

È giunta a compimento la realizzazione del “Digital Twin” dell’Oratorio di San Giorgio, edificio patrimonio Unesco situato in piazza del Santo a Padova, promosso dalla Veneranda Arca di S. Antonio. Realizzato e sponsorizzato da Geolander.it, il brand dell’azienda veneta Gemmlab, il gemello digitale, ricostruito grazie ad una nuvola di 300.000.000 di punti georeferenziati, rappresenta l’edificio storico in ogni suo elemento, diventando un prezioso strumento di conservazione e studio dell’edificio, e contemporaneamente un importante strumento per la sua promozione e valorizzazione all’interno di Padova Urbs Picta.

Giunge a compimento la realizzazione del “Digital Twin” dell’Oratorio di San Giorgio

Raddoppiabile, visto da vicino, smontabile, sezionabile, fatto a pezzi e ricomposto.  Oggi l’Oratorio di San Giorgio ha un suo ‘doppio’ che viene messo a disposizione della comunità. Non solo e non tanto immagini, quanto dati, nuvole di punti che mappano ogni centimetro quadrato dell’oratorio, permettendo indagini di tipo scientifico, e anche la possibilità di “avvicinamento” in modalità virtuale agli affreschi di Altichiero da Zevio, inseriti dall’UNESCO tra i patrimoni dell’umanità.

Giunge a compimento il progetto del “Digital Twin” dell’edificio, promosso dalla Veneranda Arca di S. Antonio e realizzato e sponsorizzato da Geolander.it, il brand dell’azienda veneta Gemmlab, impegnata dal 2007 nel campo della Digital Geography.  

Gemello digitale dell’Oratorio di San Giorgio, un prezioso strumento di conservazione, studio e valorizzazione

«Il lavoro, compiuto insieme da Veneranda Arca e Geolander.it, ha permesso la realizzazione uno straordinario risultato, che sarebbe auspicabile poter replicare per tutti i cicli ora patrimonio UNESCO.- sottolinea l’Avvocato Emanuele Tessari, Presidente Capo della Veneranda Arca di S. Antonio – Il Digital Twin non solo fornirà un prezioso strumento di conservazione e studio dell’edificio, mettendo a disposizione di esperti, studiosi e ricercatori i dati georeferenziati del bene, ma sarà anche un importante strumento per la sua promozione e valorizzazione».

Oratorio di San Giorgio, il gemello digitale

Metodologie e tecnologie d’avanguardia ad alta precisione

L’Oratorio Gemello è stato realizzato utilizzando metodologie e tecnologie d’avanguardia ad alta precisione proprie del Geomapping 3D. Attraverso l’uso combinato di tecnologie della fotogrammetria digitale ad alta definizione e della rilevazione laser scanner, sono state ricavate le cosiddette “nuvole di punti”oltre 300.000.000 i punti georeferenziati – con la restituzione di un modello digitale che riproduce fedelmente tutte le informazioni dell’Oratorio e consente di accedere ad ogni singolo dettaglio navigando al suo interno.

Oratorio di San Giorgio: una costruzione che è possibile “smontare” e “riassemblare”

Oratorio di San Giorgio Gemello digitale

Nella sua forma digitale, l’Oratorio digitale diventa, infatti, una costruzione che è possibile “smontare” e “riassemblare”, mantenendone allo stesso tempo immutata la sua identità. Questo consente di comprendere la sua concezione originaria, e le sue modificazioni storiche, valutando anche in prospettiva eventuali rischi dati dagli agenti atmosferici e dallo scorrere del tempo e consentendo, grazie ai dati messi a disposizione, un intervento tempestivo e puntuale, anche durante futuri ed eventuali lavori di restauro.

Il Gemello digitale come strumento di promozione e comunicazione efficace

Insieme, il Gemello digitale vuole essere uno strumento di promozione e comunicazione efficace, in grado di trasmettere la qualità esperienziale alta della visita reale, senza tuttavia voler sostituirsi ad essa, permettendo di cogliere a distanza ravvicinata particolari quali l’organizzazione e la sapienza degli spazi dipinti, il mondo multietnico rappresentato dal pittore, la moda e i costumi dei personaggi, l’iconografia delle loro storie.

La realizzazione del Gemello Digitale rientra nelle azioni promosse nell’ambito del comitato di pilotaggio che presiede, sotto l’egida del Comune e la partecipazione degli enti proprietari, la gestione dei siti affrescati del Trecento, ora inseriti nella World Heritage List, e va pienamente nel senso delle raccomandazioni dell’organismo internazionale, per una conservazione e una valorizzazione attenta dei beni ora riconosciuti patrimonio dell’umanità: utilizzo di tecnologie d’avanguardia, sponsorizzazione da parte di un’azienda d’eccellenza del territorio, presenza di operatori dei beni culturali e collaborazione tra gli enti e le associazioni coinvolte.

Il Digital Twin di San Giorgio è l’esito di un’azione virtuosa, in cui tutti sono intervenuti riconoscendo la qualità dell’iniziativa, la sua efficacia e il ‘coinvolgimento’ che questi luoghi affrescati di età carrarese esercitano su quanti hanno la possibilità di vederli.

Per informazioni
Veneranda Arca di S. Antonio
arcadisantantonio@gmail.com
www. arcadelsanto.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: